Come bilanciare lavoro e famiglia e prosperare

La scorsa settimana, io e oltre 100 madri abbiamo celebrato la pubblicazione della nostra creazione collaborativa When I’m Done Expecting , in cui apporto le mie intuizioni da tutto ciò che ho imparato su come bilanciare lavoro e figli e prosperare. Immediatamente il libro è diventato un best seller internazionale. Ma il primo pensiero che mi ha colpito in verità non è stato quanto sia importante il nostro messaggio, ma che il mio messaggio è il mio promemoria prima di ogni altra cosa perché di certo non stavo camminando sui miei discorsi al momento della pubblicazione per oltre un mese prima che il libro uscisse , o almeno così mi sentivo.

Come madri, lavoriamo molto duramente per farlo bene. Vogliamo essere madri fantastiche. Molti di noi sono ambiziosi, vogliamo realizzare, fare grandi cose, aggiungere la nostra parte al mondo e / o abbiamo diverse ragioni per cui lavoriamo così intensamente nel lavoro che facciamo, non ultimo per dare ai nostri figli ciò che tutti i bambini meritano . E come parte del mio viaggio di apprendimento durante la settimana di festa e trepidazione attorno alla mia breve mancanza, ho sviluppato una comprensione ancora maggiore di questo equilibrio tra lavoro e famiglia.

Lasciare andare

Ho imparato un principio critico a quell’equilibrio: lasciare andare il perfezionismo. Ho lasciato andare il perfezionismo molto tempo fa – ho pensato! Ma mi sforzavo ancora di fare quello che fa una grande madre, e altro ancora. Mi sono ancora spinto a creare cose significative e di impatto nella mia vita lavorativa, e solo un po ‘di più. E così, qui, possiamo dimenticare come bilanciare e ci saranno momenti che saranno assolutamente brevi. Equilibrio non significa donare tutto te stesso in una direzione e nella stessa quantità di te stesso in un’altra.

Lasciare andare al perfezionismo è la chiave per ottenere l’equilibrio tra famiglia e lavoro e prosperare nel modo giusto; cioè, lasciando andare l’idea di creare quell’equilibrio perfetto. Dirò che va bene per me dire a mia figlia, la più piccola dei miei due figli, che richiede ancora molta attenzione, che ho delle scadenze importanti e che ho bisogno di quella concentrazione necessaria. Fortunatamente, è abbastanza grande per capire il mio “perché”. E uno dei miei valori chiave e scopi chiave è crescere bambini felici e soddisfatti che imparano a prepararsi ad assumere i propri scopi. Una scadenza può e scenderà anche, se necessario! Se c’è una ricetta per lasciarsi andare, è perdonare te stesso quando non riesci a rispettare quella scadenza e perdonare te stesso quando tuo figlio non ti ha preso tutti. Nel “non riuscire” a perfezionare entrambe le direzioni a volte, credo che i miei figli abbiano imparato che prepararsi a vivere i loro scopi implica un duro lavoro e anche perdono, gentilezza e impegno collaborativo.

Il tuo “Why’s”

Senza il mio “perché”, non potrei mai fare tutte le cose che realizzo e sentirmi bene e fare tutto ciò che faccio sul fronte interno di cui sono orgoglioso. Il tuo “perché” ti farà superare le difficili azioni di giocoleria, perché la giocoleria fa parte del bilanciamento. Durante i periodi in cui cadi e devi alzarti e rispolverarti. Attraverso i tempi in cui le persone ti deludono quando hai bisogno di aiutare di più a fare quell’atto di bilanciamento. Attraverso i tempi non hai idea di come lo farai quando ancora un’altra chiave inaspettata viene lanciata in quell’atto di bilanciamento.

Se non hai pensato molto ai tuoi “perché”, chiariscili. Valuta dove stai dedicando il tuo tempo. Hai solo così tanto tempo della giornata, quindi valuta dove sta andando il tuo tempo. Valuta ciò che è energizzante e ciò che sta privando di energia. Dove stai spendendo il tuo tempo ed energia? Se non capisci perché sei teso e stressato, non puoi apportare le modifiche per prosperare come genitore e fare la differenza. Perché, mentre essere genitori e lavorare è un atto di bilanciamento, quell’atto ti esaurirà se non sei consapevole dell’energia. Annota cinque “perché”. Perché quei “perché” sono i “tuoi” perché? Perché sono così importanti per te? Valuta dove puoi eliminare le attività che non si allineano con quelle “perché”. Metti la tua energia dietro la creazione, la facilitazione, il consentire, l’abilitazione e, quando necessario, la spinta, affermando a te stesso il tuo “perché” ogni giorno.

Il tuo benessere

Se non stai facendo del benessere una priorità in questo atto di giocoleria, non puoi sperare di conciliare lavoro e famiglia e prosperare. Secondo Arianna Huffington, ogni malattia, che si tratti di malattie cardiache, diabete o cancro, è connessa alla privazione del sonno. [1] Il mio scopo è quello di essere un genitore sano e questo è fondamentale se il mio scopo è quello di crescere bambini felici e soddisfatti che imparano a prepararsi ad assumere i propri scopi. Sfortunatamente, molti di noi si sono convinti che siamo dei super genitori o che possiamo gestire di più o addirittura che dobbiamo. La parte sfortunata è che finiamo per sopravvivere a malapena e spesso collassiamo. Troppi di noi aspettano di ricevere una sveglia prima di scegliere equilibrio e prosperità.

Lascia andare alcuni dei tuoi ideali per perfezionare la genitorialità, cambiare il mondo o persino creare un equilibrio perfetto. In tal modo, non stai lasciando andare i tuoi sogni. Non deluderai i tuoi figli. Stai abbracciando i principi del benessere, una più ampia comprensione del successo e dell’equilibrio. E quando ti impegni a mettere la tua energia dietro il “perché” e a rimuovere ciò che non si allinea, ti stai preparando a prosperare come genitore e nel lavoro che fai.

Per ulteriori informazioni sull’equilibrio tra genitorialità, lavoro e prosperità e una tonnellata di ispirazione, saggezza e storie, leggi Quando ti aspetti: una raccolta sentita di storie di ispirazione e consigli sulla maternità .

[1] Business Insider , http://www.businessinsider.com/arianna-huffington-answers-all-your-questions-about-sleep-2016-4/#-1