Conoscenza: la pistola della mente

Foto di DxL su Unsplash

La conoscenza è una cosa pericolosa. Bene, è pericoloso come uno spazzolino da denti. Affinché uno spazzolino da denti diventi mortale, è necessario affilarlo in un punto. O forse questa metafora sarebbe migliore: la conoscenza è tanto pericolosa quanto una pistola carica, quando non toccata è semplicemente un oggetto in attesa di essere violata. Ma quando viene raccolto da mani pesanti e quel dito infuocato preme il grilletto, è allora che diventa pericoloso. La conoscenza in sé non è pericolosa. Come viene usato, può essere.

Perché la conoscenza diventi pericolosa, deve avere un obiettivo e deve essere modellata. La maggior parte dei dibattiti politici sono pieni di conoscenza e lingue affilate. Affinché la conoscenza possa essere utilizzata, deve essere licenziata, verbalmente, scritta, digitata e stampata (o pubblicata sui social media) affinché tutti possano vederla.

Molte volte Facebook è stata la terra sterile per la conoscenza cesellata da lanciare durante una partita di tennis, battendo una palla infuocata. Il fuoco e la rovina sono inevitabili. Molte volte leggiamo sul giornale della conoscenza usata a svantaggio degli altri, usata per provocare la disperazione e la distruzione dei propri cari. Solo perché sai dare un pugno, non significa che dovresti andare in giro a dare un pugno a qualcuno.

Questo è un momento in cui la conoscenza illimitata è proprio lì con il semplice tocco di un pulsante. Tutto ciò che vuoi sapere è disponibile, da cui l’ombretto colorato si abbina bene con gli occhi verdi a come creare una bomba dagli oggetti domestici. La conoscenza ha sempre un obiettivo, ha uno scopo e ci sono sempre due facce della medaglia.

Conoscenza limitata

Foto di Alex Iby su Unsplash

Il pettegolezzo è una delle forme di conoscenza più dannose e pericolose. Lingue avvelenate e parole che tagliano come coltelli. Questa è una conoscenza limitata, solitamente ottenuta attraverso informazioni incomprese, ipotesi e inutili barzellette. Questo tipo di informazioni ha effetti devastanti. Limita anche le tue conoscenze. Costruisci un muro di mattoni con solo le cose che ti sono state date e abbastanza sicuro scoprirai che non sembra proprio giusto. È meglio prendere i tuoi mattoni o, in altre parole, ottenere la verità.

Anche le informazioni distorte sono limitate e potrebbero essere collegate a pettegolezzi (o bullismo), disaccordi politici e guerre. Vedere solo ciò che vuoi vedere, non significa che ciò che non vedi sia sbagliato. Puoi guardare fuori dalla finestra con poche persone. Uno potrebbe vedere il cielo, uno potrebbe vedere il terreno, uno potrebbe vedere il vetro e un altro le sagome lungo l’orizzonte, nessuno ha torto. Se guardi abbastanza a lungo alla finestra, vedrai tutto.

Conoscenza parziale e spettegoli scalpellano la conoscenza che amplierebbe la tua comprensione. Da adolescente ho sentito il contraccolpo e il dolore di tale danno. Sono andato a una scuola per sole ragazze. Ho notato un cambiamento molto improvviso, i colleghi mi guardavano in modo strano, gli amici che avevo trascorso anni conoscendo mi stavano lasciando fuori dalle loro conversazioni e non includendomi nei loro piani. Questi amici iniziarono a dire cose orribili, urlandomi, prendendomi in giro, lanciandomi un po ‘di immondizia. La parte peggiore era che non avevo idea del perché tutto ciò stesse accadendo. Non avevo idea di cosa avessi fatto. Ho sopportato tutto il mio gruppo anno prendendomi in giro per cose che non capivo. Fu solo quando feci nuove amicizie che scoprii che il mio caro amico in quel periodo – quello che mi stava accanto ascoltando l’abuso che avevo ricevuto, senza mai dire una parola, mai in piedi per me – aveva diffuso un fatto falso sulla mia sessualità. La mia religione suggerisce che gli adolescenti non dovrebbero uscire con loro fino a quando non hanno almeno 16 anni, ed essendo 14 non ero interessato ad avere una relazione o altro, non ho visto problemi a non avere il desiderio di uscire o niente fino a quando poi. Una conoscenza limitata è pericolosa, può distruggere, senza pietà, l’innocente.

Interpretazione errata e manipolazione della conoscenza

Foto di Amador Loureiro su Unsplash

Questo è legato a conoscenze limitate. È più facile fare ipotesi che fare la ricerca giusta? A meno che non ti dispiaccia sembrare uno sciocco o uno strumento. A volte possiamo interpretare erroneamente la conoscenza come un bambino, specialmente se otteniamo informazioni o conoscenze da qualcuno che è altrettanto limitato in varie aree. Spesso evitiamo di essere coinvolti in lezioni per paura di interpretare male ciò che è stato insegnato. Tuttavia, ci sono quelli che usano le loro interpretazioni errate per giustificare le loro azioni. L’ISIS usa il Corano per giustificare i propri atti di odio, interpretandolo al punto da poterlo usare a proprio vantaggio. C’è sempre un obiettivo.

I politici tendono a fraintendere e manipolare intenzionalmente le informazioni quando fanno una campagna l’una contro l’altra, e talvolta tendiamo a farlo durante le discussioni. Prendi un po ‘di informazioni che ci vengono fornite e espellilo in modo così sproporzionato in modo tale che il destinatario sia senza parole in risposta, e quindi queste informazioni possono essere utilizzate per vincere un argomento. Ciò può avere effetti devastanti, specialmente in un tribunale in cui la conoscenza è la parte fondamentale della condanna di qualcuno. Tuttavia, nelle ultime settimane, tale manipolazione e interpretazione errata sono state usate in modo spregevole a favore dell’imputato, un uomo di 27 anni accusato di aver violentato un adolescente di 17 anni. L’uomo è stato dichiarato non colpevole quando il suo avvocato (una femmina) ha usato la biancheria intima dell’adolescente come prova del consenso. C’è sempre un obiettivo.

Conoscenza utilizzata per vantaggio

Foto di Felix Mittermeier su Unsplash

La conoscenza è a nostro vantaggio. Questa è forse l’unica ragione per cui le persone si indebitano incredibilmente riguardo al loro studio. Formuliamo e raccogliamo ciò che riteniamo possa essere utile per noi nei prossimi giorni. Il nostro cervello ha questa straordinaria capacità di contenere enormi quantità di informazioni. Può mettere due e due insieme e ottenere quattro o mettere due e due insieme e ottenere duecentoquarantaquattro. La conoscenza può anche essere usata per il nostro vantaggio collettivo. Prendi la sedicenne Kiara Nirghin che dopo aver sperimentato la siccità in Sudafrica ha sfruttato le conoscenze acquisite per trovare una soluzione per evitare che le terre coltivate vengano sprecate e immagazzini l’acqua caduta. Non c’è da stupirsi che abbia vinto alla fiera della scienza di Google. Ha sempre un obiettivo.

Il filtraggio della conoscenza non sta eliminando i bit che non ti piacciono e mantenendo i bit che fai. Filtrare la conoscenza è liberarsi della spazzatura e usare il resto per aiutarti. Dividendo i fatti dalle ipotesi, la verità dalle menzogne, le prove dalla mancanza di prove. Questo tipo di nitidezza dipende dal tuo obiettivo.

Conclusione

La conoscenza è la pistola della tua mente. Se lo carichi con il proiettile desiderato e lo spari, può inevitabilmente causare danni. Ma non dovremmo limitare la nostra conoscenza, dovremmo continuare ad acquisire conoscenza continuamente, permettere alle nostre opinioni di cambiare e svilupparsi.