Prospettiva: non rischiare di essere un genitore di nuotata in elicottero

C’è qualcosa che non va nell’essere un genitore dell’elicottero? Oggi è un termine popolare nei media e probabilmente tutti ne conosciamo molti a vari livelli. C’è una linea sottile tra l’essere coinvolti e fornire supervisione e guida rispetto al controllo dei nostri figli e al prendere le loro decisioni per loro. Questa settimana ho avuto diverse esperienze che mi hanno fatto riflettere su questo e su come i genitori possano influenzare negativamente l’esperienza di reclutamento del nuotatore.

Mamma dell’esercito che protegge suo figlio

Potresti aver letto del caso dell’Esercito della mamma e dell’amministratore della pagina poiché la madre voleva che suo figlio (che si era recentemente arruolato) ricevesse un distintivo prima di guadagnarlo, come si sentiva escluso senza uno. Era piuttosto condiscendente nel ricordare all’amministratore di essere una “Mamma dell’esercito” e alla fine decise di divertirsi un po ‘incoraggiandola a telefonare agli ufficiali comandanti di suo figlio per lamentarsi. È andato in grande dettaglio dandole i titoli degli ufficiali e come trovare i numeri di telefono e poi seguirla con lei il giorno successivo per vedere se ha raggiunto qualcuno. Le disse persino di essere sicuro di far sapere ai CO che suo figlio non aveva esitato a farle sapere della situazione.

L’intero scambio è stato ridicolo e potrebbe o non potrebbe essere effettivamente avvenuto. È stato molto divertente, come ridere a crepapelle esilaranti. Ha generato letteralmente migliaia di commenti e il povero bambino ha dovuto essere mortificato, soprattutto dopo aver scoperto che è stato visto sui social media da decine di migliaia di persone! Molti pensavano che il bambino se lo meritasse per essersi lamentato con sua madre della mancanza di un badge, anche se avrebbe potuto fare un commento e la mamma lo prese e corse con esso. Ad ogni modo, era decisamente fuori linea. Non credo che qualcuno sosterrebbe che non ha superato tutti i confini immaginabili facendosi coinvolgere!

Nuota la mamma vivendo in modo vicario attraverso suo figlio

Conosciamo tutti qualcuno come il mio amico – suo figlio è un liceo e hanno inviato e-mail avanti e indietro con alcuni allenatori del college. Ogni volta che parlo con questa amica, la discussione si concentra su ciò che vuole per suo figlio, dove vuole che nuoti, quale divisione pensa che si adatterebbe meglio, e così via. Non ho idea di dove suo figlio voglia nuotare, anzi, potrebbe non averne idea poiché non sono sicuro di aver esplorato le sue opzioni!

Sua madre è molto concentrata sull’occasione delle finali di nuoto nel Division Championship Meets, quindi vuole che suo figlio si concentri sul nuoto in una scuola di II o III divisione. Non c’è nulla di sbagliato in questo focus, tranne che deve essere il SUO focus, non quello di sua madre. È scivolata più volte e ha detto “quando ho mandato l’e-mail all’allenatore a …”, poi l’ha cambiato rapidamente per dire quando suo figlio ha mandato l’e-mail all’allenatore. Ho provato a suggerire delicatamente che il ragazzo ha bisogno di gestire la comunicazione e-mail e decidere quali scuole contattare. Se gli allenatori lo chiamano dopo il 1 ° luglio, quando sono autorizzati a parlare con gli anziani delle scuole superiori in aumento, non farà una buona impressione se non sa nemmeno quali allenatori ha inviato via email o cosa ha detto loro!

Papà che fa i compiti per gli studenti delle superiori

Un altro mio amico è fin troppo comune: sta ancora aiutando il suo liceo a fare i compiti. Questo può variare dal interrogarla per un test alla realizzazione dei suoi progetti.

La sua filosofia è che sa già come svolgere la maggior parte dei compiti richiesti – colorare, usare la colla, tagliare oggetti, fare ricerche su Internet – quindi non ha bisogno di dedicare il proprio tempo a questi compiti per progetti. Ciò che non sta imparando è come gestire il suo tempo né come essere responsabile di un intero progetto!

Non mi verrebbe mai in mente di fare questi progetti per i miei figli perché non voglio nemmeno tagliare, colorare o incollare! Scherzi a parte, imparare a gestire il tempo è qualcosa di cui tutti i bambini hanno bisogno prima di partire per il college. È difficile per la maggior parte di loro durante il loro primo anno anche quando hanno già esperienza.

In tutti questi casi, i genitori hanno buone intenzioni e non c’è dubbio che amano i loro figli. Tuttavia, devono fare un passo indietro e fidarsi dei propri figli per prendere decisioni e difendersi da soli. Se non riescono a farlo entro questa età, come potranno mai imparare? Solitamente direi qualcosa del tipo “non saranno in grado di farlo quando i loro figli sono nella forza lavoro”. Tuttavia, la mamma dell’esercito potrebbe provarci!

Durante il processo di reclutamento, è bene che i genitori forniscano una guida e persino rileggano le e-mail agli allenatori, suggeriscano alle scuole di fare ricerche, ecc. Tuttavia, devono lasciare il vero lavoro al nuotatore. Ho sentito delle scuse che vanno da “la mia bambina è troppo occupata” a “non sa davvero cosa vuole”. Se si prepara ad andare al college presto, deve imparare a gestire il suo tempo e capire cosa vuole. Non c’è momento migliore per imparare queste lezioni che durante il processo di reclutamento!

Michelle Lombana è impegnata ad aiutare i genitori come lei i cui figli vogliono nuotare al college. Quando non si sta trattenendo dall’essere un genitore di elicotteri, può essere trovata su www.collegeswimmingguide.com .