Lettera d’amore ad un amico

Caro Ito,

Raramente esprimo ciò che provo veramente per le persone, ma per qualche ragione mi sento come se avessi bisogno che tu sappia quanto significhi per me. Non preoccuparti, questo non finirà per essere una proposta di appuntamenti o qualcosa di simile, quindi puoi respirare ora.

Adoro ogni singolo giorno nel momento in cui hai deciso di dirmi tramite Instagram che ci somigliavamo. In quel momento ricordo di aver pensato che era un modo davvero strano di flirtare con qualcuno, ma che ragazzo avevo torto … Mi dovevi offrire qualcosa di meglio: la tua amicizia.

Non c’è dubbio che sei la persona di un popolo. La crescita che ho sperimentato da quando ti ho incontrato di persona è incredibile. Mi hai fatto guadagnare fiducia, mi hai fatto conoscere molti argomenti diversi di cui non sapevo nemmeno di essere interessato e mi spingi costantemente a essere migliore e a conoscere la mia autostima. Sei la persona di un popolo, ma soprattutto: sei la persona del tuo popolo.

Mi hai aiutato a capire che stavo adottando un approccio sbagliato alla vita. Pensare troppo non mi porterebbe da nessuna parte, quindi grazie a te ho imparato che scrivere potrebbe essere la mia via di fuga dai miei pensieri. Il tuo amore per la lingua e le parole mi ha aiutato a riconnettermi con la mia passione principale: comunicare.

C’è un sacco di ringraziamenti su questa lettera, ma è perché è l’unica cosa che posso esprimere nei tuoi confronti: amore e gratitudine. Le persone come te non sono così comuni e averti come amico è la risposta che l’universo ha dato alle mie richieste di aiuto.

Sei apparso nella mia vita attraverso un messaggio in cui ero gravemente depresso e piangevo di dormire ogni singola notte, discutendo se valeva davvero la pena vivere. Ti apprezzo non solo per tutte le cose che mi hai insegnato e tutti i bei momenti che abbiamo condiviso. Ti apprezzo perché mi hai salvato.

Ti amo davvero come essere umano e spero che la nostra amicizia duri a lungo, perché non voglio tornare a una vita senza un Ito.

Tanto amore e birra,

Manel