Io sono alice

Mi chiedo perché farlo. Non ho dubbi nella mia mente se venissi scoperto che sarei stato mandato in prigione per aver sfidato gli editti posti su di me per mettere a tacere la mia voce. Ostinatamente, tutti insistono sul fatto che io debba essere imbavagliata in modo che i bambini non sappiano nulla di traumatizzante. Tuttavia, sanno più contestare l’abuso mostruoso che ho subito. Insistono stranamente sia sul fatto che non ha fatto cose simili a loro, sia sul fatto che siano sopravvissuti al mio incubo senza sapere cosa mi ha fatto.

In realtà, mi vuole imbavagliato per proteggere la sua reputazione e tagliato per penalizzarmi per essere vivo e combattere. E quando sei un affascinante psicopatico con un lavoro di alto livello In una piccola città, tutti sospendiamo il buon senso e sanzioniamo i tuoi comportamenti mostruosi nati dalla convinzione che possiedi i diritti di proprietà sulla tua famiglia e hai il diritto di trattarli come desideri.

Allora perché adesso? Perché non aspettare che l’incubo passi prima di farlo?

Il primo presupposto alla base di questa domanda è che questo incubo ha in realtà una data di fine. Non è il mio PTSD che parla quando confuto questa ipotesi. È ossessionato da me. Al di là delle realtà di base che finora ha trascinato fuori per 17 mesi senza fine e che il mio bambino ha 8 anni, c’è la fredda e dura verità che è improbabile che cessi la sua ossessione per me fino a quando uno di noi è morto.

In secondo luogo, mentre spero nelle statistiche che gli individui con disordine della personalità muoiano più giovani, principalmente di condizioni cardiache che si fondono bene con i suoi rischi genetici e le attuali scelte di stile di vita orribilmente malsane, se muoio sarà per mano sua. Sarà così nascosto che, a meno che il mio sistema di supporto non si riunisca e si rifiuti di arrendersi E porti investigatori esterni, allora riuscirà a cavarmela con il mio omicidio.

I miei amici mi dicono che ci sono stati quattro tentativi credibili nella mia vita l’anno scorso. Oggi me ne ricordo solo tre. Ma la maggior parte del PTSD è la mancanza di memoria. Il mio medico dice che non tutti saranno riempiti in un giorno. Se muoio prima di parlare, allora potrà raccontare la mia storia per me, un insulto che è già determinato a fare e ha avuto successo per un po ‘. Mentre penso che la minaccia sia ridotta ora, la valutazione della sicurezza che ho preso ha detto che la minaccia è ancora follemente alta. I miei figli hanno bisogno di questa storia dalla mia voce, specialmente se mi succede qualcosa.

Inoltre, mentre intendo scrivere un libro, e mentre il mio detentore del record lo tiene per me, ho ancora lacune di memoria. Se aspetto, dimenticherò troppo. E se resto in silenzio, allora ruba con successo la mia voce esattamente mentre continua a provare a farlo.

Infine, sono state le voci degli altri a cui mi sono aggrappato per la durata di questo incubo. Altri che capiscono quello che vivo e non mi accusano di mentire o esagerare. Quando sarò fuori dal potere di questo tribunale, oltre a fornire le informazioni necessarie sulle azioni di questi funzionari per le risposte appropriate per le leggi infranti, il bullismo sanzionato dal tribunale e il falso pregiudizio, presterò la mia voce agli altri per aggrapparmi a Mi sono aggrappato ad altri per arrivare a questo punto.

In sostanza, mi vogliono mettere a tacere perché la mia storia è scomoda ed espone corruzione e inadeguatezza e come i tribunali della famiglia diventano l’arma migliore che un maltrattatore può produrre in questo paese. Mi vogliono mettere a tacere perché mi rifiuto di essere spezzato, di sedermi e di merda e di permettere allo status quo di prevalere e all’affascinante personaggio di scrivere la mia storia per me. E ancora più a disagio, essere cresciuto da una madre disordinata dalla personalità mi ha insegnato qualcosa di critico. Parla sempre in modo veritiero e fattuale e raccogli le prove oggettive a sostegno della tua verità.

Nessuno dovrebbe essere messo la museruola e messo a tacere sull’abuso che hanno subito. E quando un uomo fisicamente grande, politicamente e finanziariamente potente presenta una storia bizzarra che il suo soggiorno a casa, moglie impotente e senza un soldo lo sta abusando di prove oggettive zero, la risposta logica a vederlo immediatamente per chi e cosa è. Ma i tribunali familiari degli Stati Uniti sfidano la logica. Quando una donna nello spettro dell’autismo denuncia brutali abusi sessuali e presenta i lividi che lo mostrano, una pretesa di un uomo così potente che la sua brutalità era consensuale non dovrebbe mai essere creduta, tanto meno sanzionata.

Sto scrivendo in segno di sfida. Perché mi rifiuto di essere messo a tacere. E la mia speranza è che, gettando la mia voce nell’universo in modo anonimo ma determinato, allora forse qualcuno là fuori ascolterà e non sarò più così isolato. Altrimenti, dal punto delle manette, il mio mondo è stato ridotto a un piccolo raduno di solo quei pochi amici che conosco darebbero la vita prima di dare qualcosa a quel mostro né i campi in cui gioca per gli sciocchi che potrebbero essere usati per ferirmi ulteriormente .

Dopo le manette, ho nascosto. Ho seguito ogni richiesta arrogante e illegale che mi hanno fatto e ANCORA mi prendono di mira. E quando una sua menzogna cade a pezzi, piuttosto che considerare che è un bugiardo, inseguono volentieri e ottusamente la prossima NUOVA menzogna che li nutre e la inseguono come verità proprio come hanno fatto colui che l’ha preceduta. Quando hanno attaccato ciò che ho realizzato tranquillamente mentre cercavano di distruggermi, mi sono reso conto che è ora di smettere di nascondermi e parlare comunque.

Non sto bene con le manette e le conseguenze psicologiche di quell’assalto e del trauma mi sono quasi costate tutto ciò per cui stavo combattendo. Pertanto, finché non trovo quella dannata tana di coniglio e riesco a strisciare di nuovo fuori, devo rimanere anonimo. Voglio davvero credere che questo sarà temporaneo. Ma non c’è dubbio nella mia mente che otterrà con successo un ordine di bavaglio nel decreto finale ogni volta che ci arriveremo e solo un appello di successo sulla violazione costituzionale di un tale ordine mi permetterà di rivelare il mio vero nome prima che passi ancora un decennio .

Pertanto, per ora, tutti i nomi e le posizioni sono stati modificati. Creerò una leggenda in modo da poterli tenere dritti. Ogni parola della mia storia è vera e rimarrà tale. Ma non verrà mantenuto un identificatore. Modificherò anche la composizione dei miei figli semplicemente perché la mia storia e la mia famiglia sono così uniche nel loro genere che se non faccio modifiche, tutte le precauzioni e l’anonimato nel mondo saranno inutili. Credetemi, non ho mai cercato premi per il più estremo. Tuttavia, dalle risorse nazionali fino ai singoli locali, il tema prevalente da quando ho trovato il coraggio di cercare supporto è stato scioccante e senza parole nella misura e nella natura unica del mio inferno.

Benvenuti nel paese delle meraviglie. Io sono alice