La prima mossa

Dieci anni fa ho iniziato il mio percorso di lavoro, davvero fortunato.
Non è successo in modo “regolare” e, ancora oggi, non so se la società con cui ho iniziato a lavorare cercasse qualcuno.
Se la mia vita con Cocoon Projects fosse un film, questo pezzo sarebbe il prequel.

Estate 2007
Ho finito il liceo e non avevo soldi per il solito viaggio con i miei compagni di studio in un posto da sogno da spiaggia, quindi ho trascorso l’estate a fare da dog due due simpatici Charles Spaniel con mia sorella e ho iniziato a cercare il mio primo lavoro.
Avevo fame di pratica e sapevo che la vita reale sarebbe stata molto diversa dalla fase sandbox in cui eravamo stati fino a quel momento. Ho avuto abbastanza teoria, simulazioni di vita lavorativa e progetti realizzati a scuola e persino altri insegnandomi da autodidatta fuori dalla scuola. Era tempo di sporcarsi e imparare facendo, essere coinvolti in progetti reali nel mondo reale.

Mondo reale: “Sì, vedo … mettiti in linea con gli altri”
Alla fine di quell’anno, avevo risposto a molti posti di lavoro senza successo, non avevo ricevuto risposte e quando accadeva, erano qualcosa come “Grazie, abbiamo già scelto un’altra persona”. Immagino che il punto fosse che non avevo alcuna esperienza, solo alcuni progetti personali e la mia buona volontà.

Un giorno ne parlai casualmente con un amico di un papà e mi suggerì di andare a mostrarmi alle loro porte, per lui era il modo più semplice ed efficace per farsi notare. Era il suggerimento di un uomo adulto con la famiglia, non più così giovane, qualcuno che conosce la lotta per farsi notare tra molte persone che fanno cose simili. Per la cronaca, ha lavorato nel campo della tecnologia dei computer, lo abbiamo chiamato ogni volta che avevamo bisogno di aiuto con i nostri computer a casa.
Sai cosa? È stata una grande idea Non avevo pensato a questa soluzione e mi è sembrata brillante, e se ha funzionato per lui, ancora di più funzionerà anche per me. Ne è valsa la pena provare.

La lista dei knock-knock
Da quel momento, invece di continuare a rispondere ai posti di lavoro, ho iniziato a cercare aziende interessanti in base alle mie esigenze!
Fondamentalmente, ho cercato tutte le agenzie e le aziende che corrispondevano non solo ai campi di lavoro e alle competenze che stavo cercando, ma anche alla zona della città in cui desideravo lavorare – perché era vicino ai miei amici 😊 – e uno dei fattori più importanti che Ho controllato sui siti Web di quelle società che era la pagina “team”, perché il fattore umano è molto importante per me.
Ho letto, osservato e provato a sentire l’atmosfera che i siti Web esprimevano al primo impatto visivo. Come hanno comunicato la loro azienda, i loro team e il loro funzionamento, ha sempre avuto l’ultima parola per aggiungerli alla mia lista. Sai, fa un’enorme differenza quando le persone vengono trattate come persone e non come “cose” con solo alcune abilità.

Ho scelto 5 punti, preparato il mio CV, le mie lettere di presentazione: io e il mio imbarazzo eravamo pronti! 😅

Sneakers, Purple Trench e mappa del tour: vai.
Durante una serata di febbraio, sono uscito per il mio tour particolare con mia sorella come allie. Non tutti i posti mi hanno aperto la porta, alcuni non hanno risposto, alcuni mi hanno detto di mettere il mio CV nella loro cassetta delle lettere e solo uno di quei posti ha aperto, letteralmente, la loro porta. Mi hanno accolto, hanno ricevuto il mio CV, abbiamo avuto un piccolo discorso e mi hanno detto che la persona in grado di gestire questo tipo di cose non c’era, ma gli avrebbero dato il mio CV raccontandomi della mia visita.
Quella società era EJWD, una società di comunicazione crossmedia.

Non posso nemmeno dirti quanto nervoso stavo facendo questo tipo di visite ma, sai … ho dovuto farlo. Più tardi quel giorno o forse il giorno dopo, stavo controllando la mia e-mail e ho visto qualcosa di nuovo: ho ricevuto la mia prima risposta da “Shiver”.

“Intervista per il web design”

Ciao,
Ho ricevuto il tuo CV e propongo un incontro qui con noi.
Sarebbe possibile giovedì o venerdì alle 15:00 o alle 17:30?

Grazie per il tuo interesse e per il tuo spirito di iniziativa.
🙂

OH MIO DIO. Una domanda. Una risposta positiva Un’intervista. La mia prima intervista!
Erano le gioie di quella sera. Sono stato davvero felice, anche solo per la risposta. Ho risposto, prenotato una data e il giorno dell’intervista ho portato me stesso e il mio portafoglio. Ero eccitato, è stato il mio primo colloquio di lavoro in assoluto e nonostante la mia scarsa esperienza queste persone hanno visto qualcosa in me. Oggi, immagino fosse solo il mio potenziale o il mio spirito … ma chi lo sa, non posso dirlo.
Il 3 marzo 2008 ho iniziato il mio percorso e mi sono trovato in situazioni che per me erano molto stimolanti, mi hanno aiutato a crescere a livello personale e professionale: esattamente quello che stavo cercando .


Oggi quella compagnia non esiste più.
Siamo cambiati, ci siamo evoluti in qualcosa di diverso, nuovo e bello.
Ho incontrato persone fantastiche durante quel viaggio e alcune sono ancora con me, con alcune abbiamo iniziato Cocoon Projects anni fa.
Mi sento così fortunato, ho incontrato e seguito il mio percorso professionale con esseri umani visionari, appassionati, pragmatici e molto professionali.

Perché ti ho raccontato questa storia?
Prima di tutto, perché nella vita, nell’amore e persino nel lavoro, penso che fare la prima mossa valga la pena, nonostante le regole non scritte. Vale la pena provare, in qualche modo attiri le persone giuste ed è l’inizio di un’intensa storia d’amore / di lavoro.
E secondo … Perché è una delle piccole storie che a volte vengono fuori durante le cene e i pranzi, ma divento maldestro e dico sempre una versione molto breve a causa di … troppi occhi su di me. 🙈

Fai la prima mossa: fallo accadere e poi fallo accadere.