Vivere la tua vita migliore significa vivere la tua vita

Forse sono solo io e ho avuto la sfortunata esperienza di mettere i miei sogni e le mie aspirazioni perché ho mantenuto relazioni con certe persone della mia vita che mi hanno detto che non potevo ancora seguirle. E se è così, mi prendo la piena responsabilità di essere un fiore in ritardo. Ma oggi, quando sono andato al CVS per raccogliere dei soldi, mi sono ritrovato nella navata fissa a raccogliere pennarelli, cartelloni neri e post-it. Voglio dire, ho anche preso un po ‘di gelato, ma non era né qui né lì. Mentre cercavo di registrarmi con tutto ciò che avevo in mano, mi convinsi che oggi avrei rifatto la mia scheda di visione.

Negli ultimi due anni, la mia scheda di visione è rimasta sostanzialmente la stessa. Un cartellone nero disseminato di post-it di ciò che spero di realizzare. Molti di loro sono troppo semplicistici, come leggere 10 libri e rinnovare il mio armadio. E poi ce ne sono altri come creare un documentario e scrivere un romanzo. E nonostante i due anni in cui questa tavola è appesa sopra il mio letto nella mia stanza, non ho fatto molti progressi nel fare molte delle attività elencate.

Il semplice fatto che oggi, di tutti i giorni, mi sono trovato abbastanza motivato per rinnovare la mia scheda di visione era abbastanza per farmi sapere che ero finalmente pronto per iniziare a manifestare alcune cose e non fare più affidamento solo sulle persone intorno a me per aiutarmi a creare succede. Significava che ero finalmente pronto per iniziare a vivere la mia vita migliore.

Quindi, come si vive la vita migliore? Di solito, questo sarebbe qualcosa che vorrei inserire in Google e quindi passare ore a sfogliare le varie risposte. Ma oggi sono arrivato alla conclusione che vivere la mia vita migliore significava non aspettare che nessuno mi aiutasse a viverla. Significa andare dietro ciò che vuoi senza aspettare la conferma che dovresti.

L’anno scorso ho letto più della mia giusta parte di articoli di imprenditori che hanno fatto questi grandi balzi di fede come lasciare il lavoro o spostarsi a metà del paese. E ogni volta che leggevo quegli articoli mi ritrovavo a desiderare di poter fare lo stesso, senza una vera ragione del perché non potevo altro che sapere che qualcuno avrebbe avuto qualcosa di negativo da dire al riguardo. E sapere che la negatività naturalmente mi farà iniziare a dubitare di me stesso e chiedermi se il salto di fede che ho appena fatto, per quello che volevo, fosse la decisione giusta da prendere.

Venendo alla consapevolezza che non volevo vivere una vita in cui la gente mi dicesse “Non posso” o “Non dovrei” compensare immediatamente i miei dubbi con sicurezza. Era quasi come se un fuoco fosse acceso sotto di me e tutto ciò che potevo fare era iniziare a prepararmi per la mia prossima mossa, quella che mi avrebbe portato dove volevo essere e fare ciò che amo.

E mentre sono solo nelle fasi iniziali di vivere la mia vita migliore, sono felice che finalmente inizierò a vivere la mia vita per me.