Non mi dispiace sollevare donne indifferentemente feroci

Lo svantaggio di crescere figlie ferocemente indipendenti è che alla fine diventeranno ferocemente indipendenti, anche da te. Non mi pento di aver cresciuto queste donne indipendenti, ma ci sono sicuramente degli svantaggi.

Vedi, quando li ho vissuti con me, sono stato in grado di vederli tutti i giorni e passare un sacco di tempo di qualità con i nipoti (ce ne sono sei). Ora, sono fortunato se ne vedo uno a settimana.

Entrambe le mie figlie adulte, i loro coniugi e figli hanno vissuto con me e mio marito per diversi anni. Eravamo in dieci a vivere in casa da oltre un anno, quasi due. Alla fine abbiamo dovuto abbassare il piede. Mi sono reso conto che non stavo facendo loro alcun favore. NON è stata una decisione facile da prendere. È stato ancora più difficile attenersi. Ma l’abbiamo fatto. Non mi pento di averli a casa e non mi pento nemmeno di averli spinti fuori dal nido. TUTTI abbiamo imparato qualcosa nel processo.

Il mio più vecchio è ancora un po ‘seccato con me. Non tanto per farli lasciare il nido, ma per le decisioni che sua madre indipendente, ma non altrettanto femminista, come sua madre ha preso con cui non era d’accordo. Vai a capire!

Certo, ci sono un paio di decenni di retroscena dietro il ragionamento per lasciarli vivere a casa in primo luogo; Mi sono sposato giovane, avevo le mie ragazze a 19 e 20 anni, sono sopravvissuto a un matrimonio violento per 15 anni, ho raccolto il coraggio di smettere di “stare e pregare”, sono stato praticamente abbandonato da tutto ciò che sapevo come famiglia e amici, così come la mia chiesa, con diversi anni di feroce separazione dalle mie figlie, prima che finalmente potessero tornare a casa, ma questa è tutta un’altra storia.

Trovo piacere nel vedere la vita dei miei figli e nipoti, indipendentemente dall’influenza degli altri sul loro vero io. Sono orgoglioso di loro per molti aspetti. Sono la loro madre, non la loro amica. I loro amici non li amano incondizionatamente come fa una madre.

Posso solo pregare che un giorno capiranno. Credo che lo faranno. Sto vivendo la mia vita. Imparo dai miei errori. Non perdo il prezioso poco tempo che ho su questa terra rimpiangendo o sguazzando nell’auto-odio. Mi riprendo, meglio posso e vado avanti. Vivo una vita che mi rende felice. Vedere i miei figli e nipoti felici è una grande gioia. Sono ancora qui se mai avessero bisogno del mio consiglio o di una babysitter o di un aiuto per qualcosa, ma da adulti, la loro felicità non è la mia responsabilità di assumermi la spalla. Non più.

Un mio meraviglioso amico, che adoro e adoro (oh, sai chi sei – ti amo!), Una volta mi ha dato dei saggi consigli. Fondamentalmente mi ha detto di smettere di provare a genitore i miei figli adulti. Riesci davvero a genitore figli adulti? No, non puoi! Non proprio. Puoi chiedere. Ripetutamente (noto anche come fastidioso). Ma questo è MODO diverso dall’essere realmente genitori, giusto? Ottimo consiglio, penso. E l’ho preso.

Sono arrivato a rendermi conto che la spinta finale è stata l’ultima lezione che mi hanno insegnato.