Cosa puoi fare con un collega fastidioso?

Ogni organizzazione ha un collega fastidioso o più. Al fine di determinare quanto sia fastidiosa quella persona, dovrebbe esserci più di una persona disturbata dal suo comportamento. Tranne se sei noioso 🙂

Foto Unsplash

Ci sono anche quelli che ti fanno domandare se sono davvero impiegati dall’azienda, o se sei in un candido show fotografico; il loro livello di fastidio è così alto e continuano a lavorare per migliorare. La parte migliore è che puoi ignorarli e ci sono ancora modi per sbarazzartene. La cosa brutta è che raramente lasciano volontariamente o correggono il loro comportamento.

Tipi di fastidiosi colleghi che possono essere individuati in ufficio:

  • Il collega SPAM che viene a visitare senza essere chiamato, solo per uscire con te. Non importa se hai un ufficio separato o lavori in uno spazio aperto, verranno comunque. Puoi liberartene solo rendendoli arrabbiati e sconvolti per te. La cosa brutta è che non si aggrappano al dolore e presto ricominceresti;
  • Quello che non ti dà un topo … al tuo tempo e si presenta costantemente in ritardo in qualsiasi riunione o dimenticano di andarsene. Questo è un parente stretto di quello sopra e puoi metterli in movimento ricordandoli della riunione cinque minuti prima che inizi. In nessun caso rimandare l’incontro a causa loro, poiché saranno offesi se lasciati da parte;
  • I beffardi o quelli che prendono in giro tutti. Ignorarli semplicemente li lascerà fuori dalle munizioni;
  • Il tipo di “sapere tutto” che non importa quello che dici, loro sanno meglio e anche più di quanto tu abbia mai fatto. Puoi sbarazzartene con buoni argomenti;
  • I pettegolezzi sono quelli che non seguono regole e indipendentemente dalla situazione, ognuno diventa un bersaglio. Anche tu pensi che lo facciano solo con te, non lo fanno. Quando vedi che il gossip sta per iniziare, la cosa migliore è lasciare il gruppo;
  • Il parlatore non-stop, quello che semplicemente non si ferma. E parla ad alta voce, molto forte;
  • Il negativista, quello per cui fa schifo tutto, è un merda, non importa l’argomento. Si lamentano costantemente, dalla busta paga al colore della carta igienica. Sono anche quelli che non fanno nulla per cambiare questa orribile situazione e partire per un posto che si adatta perfettamente a loro;
  • Il rancore è colui che ti dice come tutto ciò che fai può farlo meglio. Dicono quanto fai schifo, mentre sono il centro del mondo.

Per quanto la tua pazienza lo permetta, cerca di essere diplomatico con quelli sopra menzionati. In alcuni casi, puoi ottenere risultati notevoli, mentre in altri … almeno ci hai provato. Non incoraggiarli, perché tali comportamenti sono generati dalle reazioni di altre persone.

Se sei un manager, non immaginare che i suddetti rischi aggirino la tua classifica. Se ricopri una posizione dirigenziale, presenti un rischio maggiore per l’organizzazione e ci saranno pochissime persone in grado di dirtelo.

Qualsiasi somiglianza con la realtà è puramente casuale e possono anche essere presenti coloro che si sentono innescati. Si prega di non stamparlo per inserirlo nella bacheca delle “stelle” interne 🙂

Buona fortuna ad avere pazienza!


Originariamente pubblicato su bogdan.blog l’8 gennaio 2018.