Fratello dell’Anno

Non sono il migliore per pianificare in anticipo. Si potrebbe sostenere che sia perché vivo nel momento, ma si potrebbe anche sostenere che si tratta di un argomento ridicolo; puoi vivere nel momento riconoscendo anche che ci sono altri momenti in arrivo per i quali dovresti essere preparato. Me? Cerco di evitare del tutto gli argomenti. Perché sono troppo occupato a vivere nel momento. Andiamo gente. Fai attenzione.

La scorsa settimana, la mia sorellina mi ha detto che aveva un viaggio di lavoro inaspettato a Los Angeles questa settimana ed ero libero di uscire se avesse prolungato il viaggio durante il fine settimana? Certo che lo ero, e appena abbiamo riattaccato ho iniziato a pianificare un fine settimana senza sosta di divertimento. Dato che il primo passo della mia fase di pianificazione di solito richiede da uno a diciassette giorni solidi trascorsi pensando di iniziare il primo passo, quando è arrivata mercoledì sera tardi avevo un sacco di idee su cosa potevamo fare ma nessun piano reale. O lenzuola per il materasso ad aria su cui si sarebbe schiantata. O un asciugamano extra.

A mia difesa, non ne ho uno; queste sono cose che avrei dovuto preparare prima del suo arrivo perché, secondo il mio certificato di nascita, sono un adulto.

Le buone notizie? I fratelli sono amici che non devi impressionare, perché hai passato una vita letterale a conoscerci. Ti hanno visto bagnare il letto e scioglierti per Monopoli. Ti hanno dato le loro patatine e accumulato i loro giocattoli. Hanno urlato con te e con te e per te e possono condividere un comodo silenzio in un modo che quasi nessun altro umano sul pianeta può fare perché sei cresciuto nei sedili posteriori, fissando le finestre alla ricerca di quella sfuggente targa delle Hawaii.

L’ultima volta che mia sorella ha visitato Los Angeles, ha piovuto quasi per tutto il tempo in cui è stata qui. E non solo una leggera spruzzata: acquazzone torrenziale per tre giorni solidi. Come se ciò non bastasse, ovunque andammo fu trattata dal commento in corso offerto da Angelinos quando piove per più di tredici minuti consecutivi qui; il coro di “questo non accade mai ” e “Non vedo pioggia come questa dal 1926”. Non esattamente quello che vuoi sentire quando ti è stato promesso il sole e le spiagge.

Nonostante la mia mancanza di pianificazione, questa volta sono stato in grado di condividere con lei le cose che amo di Los Angeles. Abbiamo seguito una lezione di yoga e lei mi ha tenuto lezioni sul fungo delle dita dei piedi. Abbiamo preso i biglietti dell’ultimo minuto per uno spettacolo comico e abbiamo riso fino a quando non abbiamo pianto ascoltando David Spade. Abbiamo camminato fino al punto più alto delle montagne di Santa Monica e preso 112 selfie per dimostrarlo. Abbiamo mangiato cibo delizioso. Ci siamo seduti nel traffico. E abbiamo assorbito il sole.

Ma soprattutto, abbiamo vissuto nel momento insieme e godendo le persone che siamo diventati, i bambini cresciuti che ora siedono sul sedile anteriore e trovano la migliore canzone per cantare insieme.

Parte domani mattina e non sono sicuro di quando la vedrò dopo. Una cosa che so per certo? Avrò le lenzuola e un asciugamano pronti.