Quando ho scoperto cosa significa fallimento per me – Lina Bushra – Medium

Quando ho scoperto cosa significa fallimento per me

Fin dal mio primo giorno a scuola “C” non era qualcosa a cui potevo abbassarmi. Ero sempre stato così bravo con i miei voti, non importa quanto odiassi la materia, ma a volte “B” mi sembrava fallire e ero solito scontroso e talvolta piangevo quando non ottenevo il segno che desideravo.

Questa sensazione che non riuscivo a capire mi aveva seguito non solo a scuola con i miei voti, ma nella mia vita di tutti i giorni. Per esempio; nelle discussioni e nelle lotte se accompagnato da altri, avevo sempre lasciato che gli altri vincessero la discussione o il litigio o qualcosa del genere a differenza di quando ero solo, non lasciavo mai che nessuno facesse casino con me e non facevo mai silenzio nei litigi. Questo è stato molto confuso per gli altri intorno a me, nessuno di loro me l’aveva mai detto in faccia, ma i loro commenti su quanto ero strano, sconcertante e difficile da affrontare mi avevano sempre trovato la strada. Questo atto di stranezza mi aveva confinato in completa solitudine. Non avevo mai avuto veri amici per tutti i miei anni scolastici fino al mio primo anno al collage quando ho incontrato una ragazza carina e tranquilla che mi piaceva semplicemente dalla mia playlist. Era l’unica amica che avevo avuto tutti i miei anni di collage ed ero soddisfatta di avere un solo vero amico, ma l’idea che le persone mi trovassero ancora strano e confuso mi dava fastidio.

Ero irritato da ciò che la gente diceva di me fino a quando non ho capito perché mi stavo comportando in modo così strano, perché non avevo una A quando sentivo di meritarmene una, perché ero sempre silenzioso quando gli altri mi prendevano in giro perché avevo perso molte discussioni e perché ho agito in senso contrario quando nessuno stava guardando. Analizzare psicologicamente te stesso e trovare una soluzione al tuo comportamento non è difficile, ho scoperto, e quando ho analizzato i miei comportamenti avevo notato qualcosa:

Quando ho “incasinato” i miei esami e con ciò intendo dire che l’IA non lo aveva desiderato, mi sono ricordato che andavo a casa e mi coprivo il viso con il cuscino e piangevo fino a quando mia madre veniva, si asciugava le lacrime e mi dava il pep parlare che mi dava ogni volta che mi sentivo sconvolta per qualcosa. Qui sapevo che involontariamente non ho fatto del mio meglio per ottenere il miglior risultato a cui ero preparato perché in fondo sentivo il bisogno più grande di abbracciare mia madre piuttosto che sostenere l’esame. Una volta capito questo, era facile capire la parte dell’argomento; Ho lasciato che gli altri vincessero gli argomenti e non ho mai risposto alla loro provocazione quando ero accompagnato da altri perché avevo bisogno che altri mi difendessero e mi sostenessero, ma ciò non era mai accaduto, ed ero duro quando non avevo nessuno che guardasse per sostenermi , Non avevo mai permesso a nessuno di scherzare con me. Quindi, avevo semplicemente bisogno di una spalla su cui appoggiarmi, mi sentivo bene a sperimentarlo con mia madre e pensavo che sarebbe stato facile sentirsi lo stesso con tutti gli altri. Per me è stato un “fallimento”. Non sapere cosa volevo e come separare tra ciò che volevo e ciò di cui avevo bisogno mi avrebbe impedito di raggiungere il mio obiettivo.

Non appena ho riconosciuto ciò che è un fallimento per me, la mia vita è migliorata di 180 gradi. Sono migliorato accademicamente facendo del mio meglio negli esami e ho l’abbraccio trionfale con mia madre. Si è rivelato essere migliore del vecchio abbraccio che mi piaceva. Ultimamente non litigo con gli altri, non davanti a un pubblico o quando sono solo perché conoscere il mio problema ha aiutato gli altri a capire meglio me e questo mi ha aiutato a essere socialmente migliore.

Ora che capisco cos’è il fallimento non fa più parte della mia vita. Ho un grande gruppo di amici e ho terminato un corso di inglese avanzato di un anno con una buona laurea e mi sto godendo la vita ogni giorno e ogni notte.

Infine, ciò che devo ricordare a tutti è che il fallimento non è una brutta cosa se puoi usarlo per capire meglio e identificare i tuoi problemi che ti ostacolano dal successo. Tutto accade per un motivo e per alcune persone il fallimento può essere causato da alcuni ridicoli e imbarazzanti che nessuno vorrebbe ammettere a se stesso, ma non dovrebbe essere il caso, l’importante è trovarlo e quindi è facile agire e avere successo è nelle tue mani. La tua vita sarà molto migliore e non dovrai mai più sperimentare lo stesso fallimento.