Come l’hazing cinese della sposa è diventato una scusa per l’oscenità

Il picco delle stagioni nuziali in Cina cade durante le festività della festa nazionale all’inizio di ottobre: ​​quando il vento soffia via un po ‘di smog, c’è tempo per una sfumatura di romanticismo che filtra nell’aria autunnale frizzante. Nei giorni successivi alla pausa, i feed dei social media sono inondati di video di coppie che si sposano.

I matrimoni cinesi possono essere affari piuttosto volgari. Un video virale, pubblicato il 6 ottobre, mostra uno sposo a Guangzhou, la capitale della provincia del Guangdong, nel sud della Cina, legato a un lampione con una lunga serie di petardi attaccati alla schiena. Il video quindi taglia una serie di esplosioni che si snodano verso il suo corpo, seguito da uno scatto delle conseguenze prevedibilmente sanguinanti.

Un’altra clip, questa proveniente dalla provincia cinese orientale di Shandong, mostra un uomo dello sposo gettato su e giù dai suoi compagni festaioli, la cui testa sbatte accidentalmente contro il marciapiede, facendolo cadere privo di sensi. Fortunatamente, le sue ferite non erano pericolose per la vita.

I video hanno innescato un più ampio dibattito sociale sull’usanza tradizionale cinese di naohun , o matrimonio nonnistico. La pratica si riferisce alle battute pratiche giocate dai membri della festa nuziale, con l’obiettivo di iniettare un tono di baldoria nel procedimento. Nella Cina di oggi, le attività estreme rappresentate nei video sopra sono un fenomeno abbastanza comune.

Questo giugno, due uomini a un matrimonio a Xi’an, nella provincia dello Shaanxi, nella Cina nord-occidentale, hanno appuntato una damigella d’onore nell’auto del matrimonio e hanno tentato il seno, ignorando le sue suppliche che si fermassero. Successivamente sono stati arrestati dalla polizia locale con l’accusa di un attacco indecente. A marzo, al matrimonio delle celebrità dell’attore Bao Bei’er, l’attrice e personaggio televisivo Liu Yan si è quasi ritrovata gettata in una piscina in piena raffinatezza formale, nonostante urlasse le sue proteste. In un altro caso, i membri di una festa nuziale hanno vestito il padre e la madre dello sposo come pagliacci, completando il look mettendo bastoni attraverso il cappello del padre.

Ma i rituali cinesi di matrimonio non erano sempre così volgari, violenti o umilianti. L’hazing è stato una parte importante delle usanze matrimoniali per almeno mille anni, ma in precedenza si riferiva solo alla tradizione di prendere in giro gli sposi nelle loro camere nuziali nella loro prima notte di nozze. Nella Cina premoderna, la gente credeva che tale nonnismo espellesse gli spiriti maligni e aiutasse gli sposi a evitare le sventure.

Ancora più importante, il nonnismo ha svolto un ruolo vitale nel rompere il ghiaccio tra le coppie appena sposate. Nella cultura tradizionale confuciana, regole rigorose governavano ogni contatto tra uomini e donne, vietando persino il contatto accidentale quando si scambiavano oggetti. Nel frattempo, i matrimoni venivano organizzati secondo i desideri dei genitori, probabilmente con il contributo di un matchmaker della comunità.

Di conseguenza, era raro che le coppie si incontrassero prima del matrimonio stesso, e tanto meno hanno voce in capitolo nella scelta del partner. Le giovani spose e sposi spesso non avevano idea di come fosse il loro coniuge fino al giorno del loro matrimonio, quando improvvisamente si ritrovarono a farsi legare da uno sconosciuto. In tali casi, il nonnismo era un modo per parenti e amici di incoraggiare la coppia a sentirsi a proprio agio nell’essere intimi.

La pratica ha prestato ulteriore importanza ai giovani, ai quali storicamente non è stato insegnato quasi nulla sul sesso e di conseguenza hanno dovuto fare affidamento su suggerimenti e insinuazioni rilasciati durante il processo di nonnismo per avere un’idea migliore di quello che un giorno avrebbero sperimentato loro stessi.

Oggi, anche se le giovani coppie in molte delle città più sviluppate della Cina hanno adottato le tradizioni dei matrimoni occidentali, il nonnismo rimane parte dei festeggiamenti. Nelle aree urbane, tuttavia, di solito prende la forma di giochi spensierati per testare la compatibilità della coppia, come richiedere agli sposi di rispondere alle domande su come si sono incontrati o far sì che entrambi prendano i morsi da una mela appesa a una corda fino a quando le labbra si incontrano.

Tuttavia, il nonnismo sta subendo un cambiamento anche a un altro livello. Sempre più coppie cinesi stanno imparando a conoscere il sesso all’inizio della vita, e quindi fanno meno affidamento sul nonnismo per educare se stessi sui proverbiali uccelli e api.

Inoltre, il nonnismo non è più limitato alla camera nuziale. Oggi, coinvolge spesso damigelle e groomsmen, un concetto occidentale attaccato senza fondamento nella cultura tradizionale cinese del matrimonio. Gli invitati al matrimonio in genere non vogliono coinvolgere la sposa in qualcosa di troppo salace, quindi le sue damigelle, che sono in genere single, diventano gli obiettivi principali delle “battute” sessuali della festa nuziale.

Sempre più spesso i rituali di nonnismo sono diventati nient’altro che scuse per l’oscenità, con le vittime costrette a rivelare parti intime del corpo, vestirsi con abiti sciocchi o mimare atti sessuali in pubblico. Come mostrano gli esempi sopra, alcuni uomini stanno chiaramente approfittando delle abitudini dannose per sottoporre le donne ad aggressioni sessuali.

Perché il nonnismo è passato dall’essere un’usanza popolare abbastanza innocente a un’esibizione casuale di volgarità? Ad un certo livello, i giovani cinesi hanno abbracciato una ricerca quasi edonistica del piacere negli ultimi anni. Tra alcuni pericoli, eventi tradizionalmente solenni come i matrimoni sono visti come nient’altro che opportunità di baldoria. Questi individui usano quindi il nonnismo come combustibile per i loro japes perversi, sapendo che i loro obiettivi non si sentiranno in grado di rifiutare, poiché offendersi a un matrimonio avrebbe sconvolto lo spirito di quello che dovrebbe essere un giorno gioioso.

A un altro livello, il nonnismo è sempre stato uno sbocco per la sessualità repressa. Oggi, discussioni franche sul sesso sono ampiamente vietate in Cina. Secondo le parole dello psicologo cinese Hu Shenzhi, “La repressione sessuale può trovare uno sbocco nel gioco sessualizzato e la maggior parte dei tradizionali giochi di nonnismo da sposa erano inclini sessualmente”. Il nonnismo nuziale era l’unico sbocco in cui i desideri sessuali repressi potevano essere espressi apertamente – oppure almeno accennato a – senza timore di ripercussioni.

La società cinese ha ancora un rapporto complicato e spesso contraddittorio con il sesso. In pubblico, le persone tendono a seppellire il desiderio sessuale e molti sono troppo imbarazzati per parlare apertamente della sessualità. In privato, tuttavia, il sesso è diventato molto più normalizzato, specialmente tra le giovani generazioni.

Quando reprimiamo la nostra sessualità, abbiamo meno controllo su di essa. Tuttavia, più comprendiamo i nostri impulsi, più è facile rilasciarli in modo controllato. Le segnalazioni di comportamenti inappropriati durante le attività di nonnismo nuziale mostrano che la società cinese soffre di un eccesso del primo e di una mancanza del secondo.

Il problema è esacerbato in una società in cui le donne occupano posizioni sociali molto più basse rispetto agli uomini. La Cina si è classificata al 99 ° posto nel Global Gender Gap Report 2016 del World Economic Forum, molto al di sotto dei paesi sviluppati del mondo. Inoltre, il nonnismo da sposa è significativamente più diffuso nelle regioni meno abbienti della Cina. Non dovrebbe sorprenderci il fatto che le aree che soffrono di bassi livelli di istruzione e una mancanza di conoscenza dei diritti delle donne siano molto più propense a tollerare il tipo di rituali non pericolosi che vedono le donne semplicemente come oggetti del desiderio sessuale o obiettivi di umiliazione.

La parola cinese per matrimonio, hunli , è composta da due personaggi. Il secondo di questi, li , si riferisce al principio confuciano di comportamenti rituali appropriati al proprio ruolo sociale. Per molti cinesi, le relazioni tra uomini e donne sono costruite su una base di rispetto, onestà e valori condivisi sui ruoli sociali “propri” dei due sessi.

È ovvio che le pratiche di matrimonio di oggi non sono conformi ai principi di li . Non possiamo approvare le forme disgustose di comportamento che cercano di umiliare gli invitati al matrimonio e dobbiamo essere particolarmente severi con coloro che aggrediscono sessualmente le donne. Tuttavia, abbiamo anche bisogno di un cambiamento culturale nel modo in cui educiamo le persone all’espressione della sessualità. Forse allora la minoranza di uomini che perdonano questo comportamento capirà che i matrimoni dovrebbero essere effusioni di gioia, non scuse per mettere in atto i propri impulsi repressi.

Traduttore: Kilian O’Donnell; editori: Zhang Bo e Matthew Walsh.

(Header image: Una coppia di sposi cammina per una strada nella contea di Mizhi, Yulin, provincia dello Shaanxi, 22 maggio 2017. Zhou Pinglang per il sesto tono)

Originariamente pubblicato su www.sixthtone.com .