Superamento del diritto

Intellettualmente mi rendo conto che devo praticare qualcosa di economicamente prezioso fino a quando non sarò abbastanza bravo a fornire un servizio per guadagnare un salario decente per la mia futura famiglia.

Emotivamente è una storia diversa. Mi sento frustrato che all’età di 30 anni, il successo non sia “arrivato a me”.

Quindi, come viene allevato in qualcuno e come si fa a superarlo?

La risposta sta, come la maggior parte delle cose, nell’infanzia. Il modo per creare il diritto è:

1) Stacca la causa dall’effetto. Quindi non premiare la stessa cosa in modo coerente e non disapprovare le stesse cose in modo coerente. Idealmente, prendi la ricompensa (per qualsiasi comportamento coerente) dall’equazione interamente e fai in modo che un bambino basi la sua intera esistenza per evitare il dolore.

b) Privare il bambino di tutte le esigenze interpersonali come il mirroring, l’ascolto, le sfide e il riconoscimento quando superano le sfide.

c) Offrire al bambino un sostituto (cibo, videogiochi, giocattoli) e distribuirli arbitrariamente e quando richiesto. Non permettere loro di guadagnare queste cose attraverso comportamenti coerenti e positivi, ma incoraggiali invece a chiedere e aspettare.

Alla fine un bambino smetterà di cercare una vera connessione (perché non vede la sua esistenza) e un lavoro stimolante (perché non vede il profitto) e si accontenterà di dispense zuccherate e divertenti.

Saranno ancora arrabbiati e amari perché i loro bisogni reali non vengono soddisfatti, ma almeno li hai fatti salire sul tapis roulant. Legandoli così a te attraverso la loro inettitudine e incapacità di andare d’accordo con le persone che non danno loro tutto in base ai loro capricci.

Quindi, come superare questo orribile virus cerebrale?

Onestà e consapevolezza dei bisogni privati ​​e una focalizzazione laser sui bisogni privati.

La necessità di una sfida, di verità, di conseguenze, per le persone che impongono causa ed effetto, per giustizia, equità, connessione, legame, interesse, lealtà e VERITÀ.

Tutte le cose che al bambino sono state somministrate sono zuccherate, aumentando i livelli di dopamina per oscurare.

Questi farmaci oscurano anche il dolore per essere stati privati ​​di loro, e anche questo deve essere affrontato, e in una società che ha l’idea collettiva che “dovresti essere felice di avere molte risorse”, indipendentemente dal fatto che tu li abbia guadagnati e indipendentemente dalla privazione dell’anima che stanno coprendo.

Il motivo per cui i genitori fanno questo – che non approfondirò qui in dettaglio – è generalmente colpa, la convinzione di cui sopra che “le risorse non acquisite creano felicità” potrebbe essere respinta con un semplice sguardo alle persone che godono di benessere a lungo termine.

No, questa è una menzogna che si raccontano queste persone che privano i loro figli, in modo da poter alleviare la loro colpa nel trascurarli nei modi più fondamentali e forse far loro abusare in un modo più ovvio dall’altro genitore (verbale, sessuale, abuso fisico).

Intellettualmente. Tutti sanno che nulla è gratuito. Tutto viene acquistato e pagato da QUALCUNO. Penso che chiunque abbia un’intelligenza media lo capisca. Ma quando un genitore cerca di ottenere il diritto a te per placare la propria colpa, questo deve essere riconosciuto come l’abuso malevolo, che distrugge l’anima e spesso crea-mostri. È semplicemente un altro modo in cui i genitori violenti staccano il loro bambino dalla realtà, che è l’unico posto in cui possiamo recuperare.