Mi sento a mio agio nel delegare compiti che non si adattano al mio programma.

Quindi, come imprenditore, imprenditore o professionista indipendente, quanto ti senti a tuo agio nel delegare compiti? Se non sei come ti senti alla fine di questa settimana? Gioioso e felice perché è stato produttivo e hai fatto progressi verso i tuoi obiettivi e sogni. O è stata una di quelle settimane che ti ha fatto sentire stressato e sopraffatto perché c’è troppo lavoro per il tempo disponibile?

In quest’ultimo caso, devi considerare di apportare alcune modifiche al modo in cui gestisci la tua attività. Hai bisogno di equilibrio nella tua vita! Un modo per scoprire l’equilibrio tra lavoro e vita privata è quello di ottenere l’aiuto di altri, delegando se possibile o lavorando con un assistente virtuale.

Ottenere un equilibrio tra lavoro e vita privata è richiedere l’aiuto di altri, delegando o lavorando con un assistente virtuale

  • Citazione su Tweet

Per vari motivi molti proprietari di aziende lo lasciano troppo tardi prima di iniziare a utilizzare questa strategia, ma può essere un modo chiave per far progredire la tua attività e salvare la tua sanità mentale.

Sono a mio agio nel rifiutare o delegare compiti che non si adattano al mio programma.

Delegare compiti è qualcosa che mi sento a mio agio a fare. Pianifico attivamente e organizzo i miei compiti e la mia lista di cose da fare perché sono una persona responsabile. Organizzo la mia vita in modo da avere un sano equilibrio tra lavoro, famiglia e tempo personale.

Se mi trovo di fronte a un compito che non si adatta al mio programma, scelgo di non mescolare altre attività o rubare tempo alla mia famiglia. Se non ho tempo per un’attività, declina semplicemente e educatamente l’attività o offro di trovare qualcun altro per completarla.

Organizza la tua vita in modo da avere un sano equilibrio tra lavoro, famiglia e tempo personale.

  • Citazione su Tweet

Non devo completare tutto perché sia ​​completato bene. Sono fiducioso che ci sono persone capaci che possono svolgere i miei compiti in modo da poter essere libera di vivere una vita equilibrata.

Delegare compiti ad altre persone è una cosa responsabile da fare. Cercare di stipare 30 ore di attività in un giorno di 24 ore non è solo impossibile, è anche irresponsabile e malsano. Ho scelto di occuparmi prima della mia famiglia e di me stesso.

Quando comincerò a rispettare me stesso, le persone inizieranno a rispettarmi in cambio. Anche se sono sempre stato la “persona sì” e gli altri sono abituati a scaricare lavoro su di me, posso iniziare a rifiutare carichi di lavoro eccessivi a partire da ora.

Cercare di stipare 30 ore di attività in un giorno di 24 ore è impossibile, irresponsabile e malsano

  • Citazione su Tweet

Delega senza sentirsi in colpa o vergogna perché sono ancora un impiegato efficiente. Ma essere un dipendente efficiente non significa che posso aggiungere ore al giorno. Avere troppo sul mio piatto non significa che devo lavorare più velocemente e più duramente; significa che sto lavorando troppo duramente.

Oggi ho scelto di mettermi al primo posto!

Domande di auto-riflessione:

  1. Ho tempo libero riservato al lavoro e al gioco?
  2. Rispetto i miei limiti di tempo?
  3. Quali dei miei compiti posso annullare o delegare per dedicare più attenzione alle cose che amo?

Quindi, come risponderai a questa settimana Domande di venerdì sull’auto-riflessione?

Fino alla prossima volta

Mike Gardner è The Time Doctor